5199 visitatori in 24 ore
 211 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro



La sua poesia preferita:
La "spartenza" dal paese natio
Triste "spartenza"
dal paese natio,
tra le mani di Dio
affidai il dolor!

Ormai tanti anni,
in mente una chiesa,
febbrile l’attesa,
volevo tornar!

La prima mia vita,
con il santo nero,
resta un mistero
dentro il mio cuor!

In quella...  leggi...

Giuseppe Vullo
 Le sue poesie

La sua poesia preferita:
 
La "spartenza" dal paese natio (03/02/2017)

La prima poesia pubblicata:
 
Il figlio lontano (02/02/2017)

L'ultima poesia pubblicata:
 
17 settembre (18/09/2017)

Giuseppe Vullo vi consiglia:
  ()
  ()
  ()
  ()
  ()

La poesia più letta:
 
Il figlio lontano (02/02/2017, 981 letture)

Giuseppe Vullo ha 1 poesia nell'Albo d'oro.

Leggi i 510 commenti di Giuseppe Vullo


Leggi i racconti di Giuseppe Vullo

Le raccolte di poesie di Giuseppe Vullo


Autore della settimana
 settimana dal 28/11/2016 al 04/12/2016.

Giuseppe Vullo
ti consiglia questi autori:
 Alberto De Matteis

Seguici su:




Ti piace come scrive poesie Giuseppe Vullo? Allora clicca su questo pulsante per condividere su Google+.

Cerca la poesia:



Giuseppe Vullo in rete:
Invia un messaggio privato a Giuseppe Vullo.


Giuseppe Vullo pubblica anche nei siti:

RimeScelte.com RimeScelte.com

ParoledelCuore.com ParoledelCuore.com

DonneModerne.com DonneModerne.com

PortfolioPoetico.com PortfolioPoetico.com




Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno

Bertoldo, Bertoldino e Cacasenno è il titolo della raccolta di tre popolarissimi racconti, i primi due scritti da Giulio (leggi...)
€ 0,99


Considerazione dell'autore
«Amore odio e amore per la mia città. Una città bellissima e maledetta, ma piena di calore, colore, vita di contraddizioni e difetti come tutte le città del sud. Ma la sua storia e nobiltà, unica in europa.»
Inserita il 26/05/2017  

Giuseppe Vullo

Viva Palermo e santa Rosalia!

Sociale
C’era una volta la città di Panormo,
anche da Goethe conca d’oro chiamata!
Un tempo ricoperta d’aranci e limoni brillanti,
ora in mano a ladroni, mafiosi e furfanti!

Dagli abusivi violentata e stuprata,
da tante genti odiata ed amata.
Dai Fenici fondata, poi vennero Arabi
ed infine felice Normanna!

Dai violenti il sopruso e l’abuso,
dai poveri cristi il lamento diffuso!
Le macchine sempre in sosta selvaggia,
ho l’ansia al cuor, sembra l’ultima spiaggia!

La città antica dalle mura cadenti,
fai pochi passi e tra le buche sprofondi!

Oh Palermo, decadente ed olezzosa,
arsa e bruciata dal sole,
sotto piante appassite ed a palme seccate
dal "punteruolo" attecchite!

Oh Panormo, Panormo...
per il dolore non dormo!
Perciò ogni notte io sogno,
il ritorno al lindo paesello natio!
Ma oramai siam, nelle mani di Dio,
tra le sue braccia la sofferenza e l’oblio!

Viva Palermo e santa Rosalia!
Il sindaco ogni anno,
ripete per la festa della santa!

Viva Palermo e santa Rosalia!
Mentre la gente mi sembra stanca,
rassegnata e pure affranta!

Ma se vuoi lottare, sopravvivere
e combattere la mala pianta!
Grida forte! "Viva Palermo e Rosalia santa"!
Poi prega... oppure canta!!


Giuseppe Vullo 04/02/2017 19:58| 8| 1022 631


Hanno inserito questa poesia nei propri segnalibri: - Donato Leo - Marinella Fois
Possiamo elencare solo quelli che hanno reso pubblici i propri segnalibri.
Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.
Se vuoi pubblicare questa poesia in un sito, in un blog, in un libro o la vuoi comunque utilizzare per qualunque motivo, compila la richiesta di autorizzazione all'uso.

Nota dell'autore:
«Palermo città bella e maledetta. L’incuria della politica, l’abbandono e spesso l’incivilta di tanti pseudo cittadini, malaffare, corruzione, sporcizia, crisi di valori disoccupazione, emigrazione, vacua lamentazione, alla fine non resta altro che raccomandare la città a santa Rosalia affinché ci ridia la speranza e ci liberi dalla peste del male e rassegnazione!»


 

I commenti dei lettori alla poesia:
Non ci sono messaggi nella bacheca pubblica dei lettori.
Scrivi il tuo commento su questa poesia
Sei un lettore? Hai un commento, una sensazione, un'espressione da condividere con l'autore e gli altri lettori? Allora scrivilo e condividilo con tutti!

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Versi che descrivono una realtà della propria terra, una denuncia di degrado, un urlo d'amore verso le istituzioni che poco fanno per ridare dignità alla città stuprata dal tempo. Plauso all'autore.»
Club ScrivereMarinella Fois (14/02/2017) Modifica questo commento

«Sono versi che non posso descrivere... perché solo chi vive questa realtà in prima persona può capire cosa si possa provare nel vedere la propria terra, origine di grandi culture e costumi "stuprata" da chi non la rispetta. Bei versi che conservo»
Club ScrivereRosanna Peruzzi (07/02/2017) Modifica questo commento

«C'era una volta Panormo... ora c'è Palermo. Quanta differenza, sembra urlare con voce accorata e col cuore in gola il bravo Autore, tanto da sognare il ritorno al suo lindo paese natio. Denuncia, sì, per il degrado di oggi, ma nello stesso tempo c'è tanto amore per questa città stupenda dove ha profuso molte delle sue energie, a livello professionale. Per questo, alla fine della lirica grida... viva Palermo e chiede l'intervento della Patrona, Santa Rosalia. La speranza è quella che Palermo possa ritornare agli antichi fastigi e glorie. Un verseggiare molto apprezzato per forma e contenuto.»
Club ScrivereAlberto De Matteis (06/02/2017) Modifica questo commento

«In questo momento di crisi, in risposta ad una dilagante disoccupazione la gente s'arrangia come può; cambia il commercio, meno negozi e più venditori ambulanti (magari abusivi). Si preferisce vivere la giornata.
Purtroppo in questo contesto si deve aggiungere anche l'allargamento della criminalità.
Politiche sbagliate che riguardano il lavoro e l'immigrazione e le troppe tasse, fanno mancare fondi ai comuni; e inesorabilmente questa situazione si rispecchia col malcontento e nel degrado delle città.
Versi di grande intensità, intinti nell'immagine reale, che rendono ancor più curiosa la lettura.
Viva Palermo e santa Rosalia!»
Club ScrivereFranco Scarpa (06/02/2017) Modifica questo commento

«Storie di tutti i giorni nel vedere una città ricca di storia, abbandonata e deturpata da tutte le classi sociali. Eppure Palermo ha tantissimi tesori che se fatti conoscere, potrebbe dare una svolta anche economica ad una città più belle.»
Club ScrivereDonato Leo (06/02/2017) Modifica questo commento

«Una città bellissima, dal'antica storia, ricca di vestigia, tradizioni e cultura., purtroppo sfiorita e forse offesa come il poeta scrive con un verseggiare elegante . Elogio»
Club ScrivereFranca Mugittu (05/02/2017) Modifica questo commento

«Una triste realtà verseggiata con bravura dal sensibile Autore... una città stupenda oramai in ginocchio per colpa del politicante corrotto, della mafia e di tutti i cittadini che non rispettano le principali regole del rispetto verso i luoghi in cui si vive... una città come tante che pian piano si spegne tra le braccia della rassegnazione... non resta che mettersi nelle mani della Patrona Santa Rosalia... versi scorrevoli ed efficaci che condivido»
Club ScrivereGiacomo Scimonelli (05/02/2017) Modifica questo commento

«Un giro all'interno di questa bella poesia per conoscere la storia dell'amata Palermo che un tempo era ricoperta d'aranci e limoni. Ora, purtroppo per vari motivi, la città che sfiorisce, addolora il cuore di chi tanto l'ama! Complimenti al poeta per questo testo tanto profondo!»
Maria Fiorella Corazza (04/02/2017) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:

smiley Bella, triste e profonda! (Maria Fiorella Corazza)

smiley Apprezzata! Sef, ciao! (Maria Fiorella Corazza)

smiley Grazie Giuseppe! Buona serata anche a te! (Maria Fiorella Corazza)

smiley Buongiorno Giuseppe! (Maria Fiorella Corazza)

smiley tristemente vera ,buona domenica... (emiliapoesie39)

smiley Bravissimo.Buona domenica Giuseppe (Giacomo Scimonelli)

smiley Bravo come sempre. Buona domenica (Franca Mugittu)

smiley Molto apprezzato! Grazie! Ciao! (Maria Fiorella Corazza)

smiley Alla tua prossima bellissima poesia! (Maria Fiorella Corazza)

smiley Non vedo l'ora di leggere la prossima...ciao! (Maria Fiorella Corazza)

smiley Condivisa. Ciao Giuseppe. SeF (Donato Leo)

smiley Piaciuta moltissimo, un caro saluto. SF! (Franco Scarpa)

smiley lirica dagli accenti accorato sf Buona serata (Alberto De Matteis)

smiley accorati. Alle prossime liriche. Cari saluti (Alberto De Matteis)

smiley Grande lirica, complimenti! (Marinella Fois)

smiley Riletta con piacere..ancora più bella... (Giacomo Scimonelli)


Amazon Prime

Link breve Condividi:


Chi ha letto questa poesia recentemente ha anche letto:
Amore improvviso di Josiane Addis
17 settembre di Giuseppe Vullo

Selezione per pubblicare un libro

Volete pubblicare un vostro libro, un libro vero? Su carta, con numero ISBN gratuito? Con la possibilità di ordinarne copie a prezzo ridotto per voi ed i vostri amici? Sottoponetelo alla nostra selezione. (Scadenza di questa offerta: 30 giugno)
Facciamo un esempio: se avete un manoscritto su file doc, docx, odt o pdf già pronto secondo i formati e le impostazioni standard (vedi specifiche) ed un bozzetto di una copertina con immagine a 300dpi allora vi possiamo già fare un esempio del costo con il nostro servizio editoriale base:
Libro di 120 pagine in formato "6x9" (15,24x22,86 cm) in bianco e nero e copertina flessibile opaca a colori pubblicato con il nostro servizio base: 50 copie a 149 euro, 100 copie a 266 euro, 200 copie a 499 euro, comprensive di stampa, iva e spedizione.
Per informazioni cliccate qui.
Attenzione: non tutte le opere inviate verranno accettate per la pubblicazione, viene effettuata una selezione

Sociale
Piazza della rinascita!
Viva Palermo e santa Rosalia!

Tutte le poesie



Giuseppe Vullo
 I suoi 16 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Minchia che casino il debito! (22/03/2017)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Morte con entaglement quantistico (16/09/2017)

Una proposta:
 
Morte con entaglement quantistico (16/09/2017)

Il racconto più letto:
 
Angelo custode o messaggero quantico 1 (30/05/2017, 391 letture)


 Le poesie di Giuseppe Vullo



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2017 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it